Addominali Obliqui e Maniglie dell'Amore

Addominali Obliqui e Maniglie dell’Amore

 

Nell’articolo relativo al Trasverso dell’addome abbiamo visto come questo sia fondamentale nell’appiattimento della zona addominale.

Insieme al trasverso e al retto addominale ricordiamo l’importanza dei muscoli addominali obliqui che sono due: l’esterno e l’interno.

Gli addominali obliqui corrono diagonalmente lungo i fianchi fino al bacino ed è fondamentale che siano tonici perché proteggono i visceri, danno stabilità al busto (aiutando a prevenire il mal di schiena) e regalano un bel portamento.

E’ bene ricordare che la contrazione volontaria del trasverso aiuta a contrarre anche l’obliquo esterno, che appiattisce ulteriormente l’addome.

La verità è che anche nel classico crunch vengono sollecitati gli addominali obliqui e si contraggono bilateralmente aiutando la flessione della colonna vertebrale.

Il valore aggiunto di questi muscoli è dato dalla loro forma anatomica: gli addominali obliqui infatti formano come una gabbia quasi cilindrica che serve a contenere gli organi addominali. Più tensione riusciamo a dare alla gabbia, più stretta risulta, funzionando come corsetto.

ADDOMINALI OBLIQUI – ALLENAMENTO PER L’OBLIQUO ESTERNO

L’azione specifica dell’obliquo esterno è la flesso torsione e a tal proposito possiamo proporre qualche esercizio di difficoltà crescente:

addominali obliqui obliquo esterno 1Esercizio #1 – Posizione supina con una mano che sostiene il capo e gambe accavallate: cross crunch portando gomito in direzione della gamba opposta;

 

 

Esercizio #2 – Posizione supina; gambe sollevate e flesse a 90°: flesso torsione del bacino.

addominali obliqui obliquo esterno 2addominali obliqui obliquo esterno 3

 

 

 

 

 

ADDOMINALI OBLIQUI – ALLENAMENTO PER L’OBLIQUO INTERNO

L’azione specifica dell’obliquo interno è l’inclinazione laterale. 

Alcuni esercizi finalizzati alla sua tonificazione sono:

addominali obliqui obliquo interno 1Esercizio #1 – Posizione supina con una mano che sostiene il capo, gambe piegate: flessione laterale del busto;

 

 

 

addominali obliqui obliquo interno 2Esercizio #2 – Decubito laterale, gambe piegate: flessione laterale del busto.

Come per l’obliquo esterno, il lavoro dell’obliquo interno è migliore se eseguito in sinergia all’allenamento degli altri muscoli della parete addominale.

Ciò non toglie che, in funzione degli obiettivi del programma di allenamento, si possano proporre sequenza specifiche solo per tali muscoli.

E LE MANIGLIE DELL’AMORE?

Per concludere è importante ricordare che per contrastare le maniglie dell’amore è utile seguire un programma di allenamento che prevede non solo 3 sedute settimanali finalizzate alla tonificazione del torchio addominale (3 esercizi eseguiti per 3 serie incentrati sulla parte alta dell’addome, bassa e obliqui), ma anche 2/3 sedute di allenamento aerobico (50’/60′) o interval training oltre a un paio di sedute con i pesi.

Parlateci dei vostri progressi qui di seguito, aspetto i vostri commenti!