Blefaroplastica - Trattamento e Costi

Blefaroplastica – Trattamento e Costi

La blefaroplastica rappresenta l’approccio Chirurgico Estetico per la correzione delle problematiche estetiche a livello della palpebra superiore a di quella inferiore.

GLI OBIETTIVI DELLA BLEFAROPLASTICA

Le problematiche che portano all’esigenza di un intervento correttivo sono, per la palpebra superiore, la blefarocalasi (ptosi, quindi discesa, progressiva fino talvolta ad un deficit di tipo funzionale) e la spesso associata protrusione del tessuto adiposo retro-bulbare.

Per la palpebra inferiore, invece, è più spesso evidente la così detta “borsa” sotto-oculare, un rigonfiamento dovuto anch’esso alla protrusione adiposa retro-oculare.

Il risultato, dal punto di vista estetico, è un’apparenza più riposata, attenta e “fresca”.

A CHI E’ RIVOLTA?

La blefaroplastica è indicata a chi desidera migliorare l’aspetto del così detto “contorno occhi allargato”, cioè comprendente anche le palpebre; avere palpebre ingrossate (“borse”) da un aspetto infatti stanco, affaticato, “invecchiato”.

Le richieste maggiori sono dovute all’autoevidenza di avere un eccesso cutaneo a livello delle palpebre, di avere un aspetto “a panda”, di avere un colore violaceo associato alla “borsa”.

blefaroplastica pre intervento trattamento costi

Tale problematica deve essere perenne e non legata a periodi di insonnia e/o stress personali.

PRIMA DELL’INTERVENTO

Prima di rivolgersi allo Specialista, è importante considerare le possibili complicanze legate al trattamento, tra cui alcune che necessitano un intervento tempestivo per evitare gravi problematiche, cioè il sanguinamento retro-bulbare; da non dimenticare, inoltre il rischio di asimmetria fra i due occhi.

L’obiettivo è rendere la procedura e il post-procedurale più confortevole possibile per la Paziente. Pertanto è importante cessare l’abitudine al fumo e, se possibile e su indicazione del Medico, sospendere alcuni farmaci che possono incrementare il sanguinamento intra e post-operatorio.

La Donna e il Chirurgo devono preliminarmente incontrarsi per pianificare l’intervento, con disegni, modelli e fotografie.

L’INTERVENTO IN DETTAGLIO

Generalmente si effettua un’anestesia locale con sedazione ma in alcuni casi può rendersi necessaria l’anestesia generale.

Tecnicamente, per la palpebra superiore, l’incisione chirurgica è “nascosta” dal solco naturale della palpebra e ancora per la palpebra inferiore, si utilizza come accesso il margine ciliare.

Per la palpebra superiore l’intervento “di base” può richiedere semplicemente la rimozione dell’eccedenza di cute/adipe (senza esagerare, per non rischiare di ottenere esattamente l’opposto risultato, cioè “l’occhio introflesso”; a questo atto chirurgico può associarsi un rimodellamento sovraciliare o del muscolo orbicolare (quest’ultimo conferisce un occhio simile ai visi del Sol Levante).

Per la palpebra inferiore parliamo della vera e propria correzione della “borsa” grazie  ad asportazione di cute/adipe.

blefaroplastica post intervento trattamento costi

Talvolta le palpebre possono essere interessate da problematiche differenti, per le quali la chirurgia può essere evitata in favore di ulteriori tecniche, quali le iniezioni di botox, il peeling, il laser resurfacing o le infiltrazioni con acido jaluronico; queste stesse metodiche possono essere complementari alla chirurgia stessa.

COSA SUCCEDE DOPO L’INTERVENTO

La degenza è generalmente brevissima, essendo un intervento fondamentalmente a carattere ambulatoriale (in pochi casi è richiesto un monitoraggio prolungato effettuato con la degenza ospedaliera di una notte di ricovero).

E’ possibile che l’intervento e le medicazioni possano essere inizialmente fastidiose e che la visione possa risultare difficoltosa; anche nei giorni seguenti l’esposizione alla luce può risultare difficoltosa (importante l’uso di lenti protettive e il mantenimento del capo in posizione eretta il più possibile) e si può avere eccessiva secchezza o lacrimazione oculare.

Il risultato migliore comincia ad essere evidente dopo circa 60 giorni dall’intervento.

LE COMPLICANZE DELLA BLEFAROPLASTICA

Le complicanze dell’intervento nel breve termine non sono comuni e possono essere rappresentate da sanguinamenti, alterazione della sensibilità locale e infezioni della ferita chirurgica. Il rischio maggiore in questa tipologia di intervento è, come accennato, il sanguinamento retro-bulbare che può compromettere anche in modo definitivo la visione.

La rimozione del tessuto adiposo è un intervento definitivo e generalmente privo di recidive, mentre purtroppo la progressiva perdita dell’elasticità cutanea e le abitudini di vita sregolate, possono modificare in senso peggiorativo nel corso degli anni il risultato dell’intervento estetico.

BLEFAROPLASTICA – I COSTI

Un intervento di blefaroplastica ha un costo decisamente variabile, in caso si tratti della palpebra superiore, inferiore e in considerazione dell’approccio chirurgico utilizzato; generalmente si va dai 1.500 ai 3.500 euro.