Gambe Gonfie - Alcuni Semplici Accorgimenti

Gambe Gonfie – Alcuni Semplici Accorgimenti

Chi può dire di non aver ha mai sofferto, soprattutto nei mesi caldi, di gambe gonfie o pesanti, con o senza crampi notturni o fastidiosi dolori, specialmente dopo una lunga giornata di lavoro? Certo quest’anno l’estate non ci ha stretti nella sua classica morsa di caldo ed umidità, andando un po’ contro i piani della redazione di Estetica&Donna… Ma al sud d’Italia si è comunque fatta sentire!!

Ad eccezione dei pazienti che sono già noti per essere portatori di varici, dove vi è un importante ristagno di sangue, non esiste una vera causa responsabile delle cosiddette “gambe gonfie”. Stare in piedi fermi o seduti per diverse ore è sufficiente per provocare un ristagno di liquidi negli arti inferiori che scatena una serie di meccanismi fisiologici, provocando i disturbi sopra elencati.

Il caldo poi soprattutto può provocare, anche nelle persone senza problemi a carico del sistema venoso o al sistema linfatico, una vasodilatazione del microcircolo, con importante accumulo di liquidi, che a loro volta sono responsabili della comparsa di gonfiore alla gambe, della sensazione di gambe pesanti, della tensione a livello dei muscoli, a volte con crampi notturni o vero dolore ai polpacci.

Nei mesi caldi, a causa della sudorazione o della disidratazione, può verificarsi un’eccessiva perdita di sali minerali, soprattutto in chi fa sport o lavora all’aperto. Questo è un altro fattore responsabile della comparsa dei crampi ai muscoli della gambe.

Il consiglio è quello di rivolgersi comunque al proprio medico per escludere che tali sintomi siano dovuti alla presenza di alcune malattie, soprattutto a livello del sistema venoso o linfatico.

Attraverso una serie di semplici accorgimenti è possibile ridurre quei fastidiosi disturbi, soprattutto se compaiono durante l’estate e durano fino all’inizio dell’inverno. Eccone una rapida carrellata.

L’utilizzo costante di calze elastiche, che combattano l’accumulo di liquidi nelle gambe, è il modo più efficace per avere un rapido miglioramento del gonfiore e della sensazione di pesantezza. Chiedete al vostro medico di consigliarvi il giusto grado di compressione. Ovviamente occorre indossare le calze dalla mattina alla sera e possibilmente tutti i giorni, per avere dei buoni risultati.

calza elastica compressione varici

Cercate di camminare ad intervalli regolari evitando di stare in piedi fermi o seduti a lungo. Oppure eseguite dei  semplici esercizi come quello di sollevarvi sulle punte dei piedi in modo da attivare i muscoli ed evitare così il ristagno di sangue e liquidi nei muscolo stessi e nelle gambe.

Evitate l’ascensore – usate le scale! Attiverete in questo modo i muscoli degli arti inferiori, favorendo il ritorno venoso.

Evitate di uscire durante le ore più calde della giornata, dove a causa dell’eccessivo calore la vasodilatazione e quindi il ristagno di sangue sarà massima.

Non esponete le vostre gambe direttamente al sole, ad esempio stando sdraiati ma  preferite delle belle camminate lungo il bagno asciuga o dentro l’acqua durante le vostra vacanze.

Cercate di bere acqua frequentemente ed assumete molta frutta e verdura per reintegrare i sali minerali che vengono inevitabilmente persi con la sudorazione.

Infine esistono in commercio diversi prodotti, prevalentemente degli integratori, che migliorano il tono del sistema venoso, il tono del sistema linfatico e riducono l’accumulo di liquidi nelle gambe. Fatevi sempre consigliare dal vostro medico o dal farmacista di fiducia.