Pennette integrali ai pomodorini confit

 Ingredienti – Dosi per due persone

  • 400 gr di pomodorini datterino ben maturi
  • 2 cucchiai colmi e abbondanti di pan grattato
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Erbe fresche tritate o secche a scelta (per me origano e basilico secchi)
  • Uno spicchio d’aglio tritato
  • Sale e olio extravergine d’oliva (evo)
  • 140 gr di pennette integrali

 

Preparazione

  1. Accendete il forno a 170°
  2. Tagliate per il lungo i pomodorini ben lavati.
  3. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno, in modo che il lato con i semi sia rivolto verso l’alto.
  4. In una ciotola mescolate pan grattato, parmigiano, erbe, l’aglio e un pizzico di sale.
  5. Cospargete i pomodorini con questa miscela.
  6. Versate sopra un filo l’olio o meglio ancora spruzzateci sopra 10 gr di olio distribuiti uniformemente.
  7. Infornate per 30/45 minuti circa o comunque finché non sono caramellati e cotti, nel caso all’ultimo aumentate la temperatura.
  8. Nel frattempo, cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
  9. Quando i pomodorini sono cotti uniteli alla pasta scolata mescolando con cautela.
  10. Dal momento che abbiamo usato in cottura poco olio possiamo permetterci si aggiungere un filo o una spruzzata di olio a crudo.

Deliziatevi con questo piatto.

 

Come e quando mangiarlo

È un fantastico primo piatto, ideale sia mangiato freddo d’estate sia caldo in questa stagione. Grazie a questa ricetta potremo unire la nostra dose di cereali integrali con la porzione di verdura indispensabile in ogni pasto. In questo modo avremo un piatto abbondante, ma ben bilanciato! Aggiungete un secondo veloce e il pranzo è fatto. Volendo potete integrare con del tonno in scatola di ottima qualità per ottenere un gustoso piatto unico.

 

Varianti

Ovviamente la pasta può essere di mais o di riso per i celiaci, la porzione è indicativa. Per le mie esigenze 70 gr sono perfetti per saziarmi e allo stesso tempo non accumulare troppi carboidrati. Sono sicura che se preparerete questo piatto ai vostri mariti o fidanzati, lo apprezzeranno come un piatto di spaghetti al sugo, ma necessiteranno sicuramente di una dose più elevata di pasta, soprattutto se fanno un lavoro pesante e faticoso, quindi regolatevi voi nelle quantità. Potete usare ovviamente anche pomodori diversi ma i datterini sono sicuramente più indicati, anzi questa è un’ottima ricetta per sbarazzarsi di quelli troppo maturi, non belli e ammaccati o leggermente raggrinziti (purché ovviamente privi di muffa) che normalmente non mettereste in un’insalata. Via libera a erbe diverse, con quelle fresche ovviamente è tutta un’altra cosa, ma io oggi in frigo avevo poco o niente e quindi mi sono dovuta arrangiare.

Torna in alto